You are here:  / Economia&Finanza Etica / Baglioni e Morandi, Vasco, Negrita e Renga all’asta per Amnesty International

Baglioni e Morandi, Vasco, Negrita e Renga all’asta per Amnesty International

Baglioni Morandi

Sarà online dal 9 al 16 dicembre su ebay.it il quarto e ultimo lotto di Desideri all’asta, l’asta benefica online a favore della campagna “Mai più spose bambine” di Amnesty International.

L’iniziativa propone per quest’ultima settimana una scelta davvero ricca di premi esclusivi, per realizzare un sogno o magari sorprendere i propri cari con un regalo di Natale molto speciale.

Claudio Baglioni e Gianni Morandi offrono ai loro fan un’occasione unica: due biglietti “speciali” per una delle date del tour Capitani Coraggiosi, che permetteranno al vincitore di scegliere la data a cui partecipare, di assistere alle prove e di accedere al backstage per un saluto ai due cantanti.

Molti altri ancora sono gli artisti che hanno messo a disposizione un po’ del proprio tempo per incontrare i vincitori. All’asta ci saranno, infatti, anche i biglietti e il backstage dei concerti romani di Carmen Consoli e di Max Gazzè, di quello che i Negrita terranno a Bologna e dello show di Daniele Silvestri a Milano. I fan di Pierfrancesco Favino potranno assistere al suo spettacolo Servo per due al Teatro Ambra Jovinelli di Roma e al termine salutare l’attore. Si potrà scegliere anche tra un caffè con Daniele Liotti e un incontro con il professore della scuola di Amici Marco Maccarini all’interno dell’Accademia, insieme all’opportunità di essere presenti durante la diretta serale del programma. Ci sarà inoltre la possibilità di entrare negli studi di RTL 102.5 per assistere alle due ore di diretta della trasmissione Miseria e nobiltà con Amadeus, il Conte Galè e Paolo Cavallone.

Biagio Antonacci, che nelle scorse edizioni ha offerto ai propri fan tanti oggetti e occasioni di incontro, sarà al fianco di Amnesty International anche quest’anno, mettendo all’asta la Deluxe Edition della sua ultima raccolta Biagio con autografo e dedica personalizzata per il vincitore. Vasco Rossi, altro amico storico di Desideri all’asta, ha donato una bandana autografata indossata durante tanti suoi concerti. Emma partecipa con una copia autografata del suo ultimo album Adesso accompagnata dalla cartella stampa solitamente destinata ai giornalisti, contenente i testi delle canzoni e informazioni esclusive sul disco, mentre Francesco Renga ha offerto una sua giacca utilizzata durante il tour TempoRealeExtra. Chi ama cucinare, invece, non potrà lasciarsi sfuggire l’occasione di aggiudicarsi la giacca professionale da Chef Food Look indossata da Simone Rugiati nell’ultima produzione di Cuochi e Fiamme.

Anche Paolo Conte ha aderito all’iniziativa offrendo una serigrafia in edizione limitata realizzata da una sua opera originale. Tra gli illustratori, oltre a Shout, che dopo il successo ottenuto nel II lotto torna in asta con un’incisione firmata e numerata in originale, per questa settimana hanno donato le loro opere anche Marina Marcolin e Olimpia Zagnoli.

Giunta alla quindicesima edizione, quest’anno l’iniziativa è resa ancora più speciale da altre due ricorrenze: il ventesimo compleanno di eBay e i primi 40 anni della Sezione Italiana di Amnesty International, che si batte per la difesa dei diritti umani nel mondo.

I fondi raccolti, in particolare, andranno a sostegno della campagna “Mai più spose bambine” contro i matrimoni precoci e forzati, per realizzare un cambiamento positivo nella vita di donne e bambine per cui non c’è libertà, non c’è giustizia, non ci sono diritti umani.

 

Secondo le stime del Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (Unfpa), infatti, 13.5 milioni di ragazze ogni anno nel mondo sono costrette a sposarsi prima dei 18 anni con uomini molto più vecchi di loro: 37 mila bambine ogni giorno alle quali, di fatto, viene negata l’infanzia. Isolate, tagliate fuori da famiglia e amicizie e da qualsiasi altra forma di sostegno, perdono la libertà e sono sottoposte a violenze e abusi.

Amnesty International Italia intende sensibilizzare l’opinione pubblica su questo fenomeno che si radica nella povertà, nella discriminazione e nell’arretratezza culturale; incrementare l’attenzione dei governi nei paesi in cui è presente questa pratica affinché sia bandita; favorire l’avvio di indagini imparziali, tempestive ed esaurienti su ogni denuncia di violazione dei diritti umani basata sulla discriminazione; contribuire a far sì che le bambine non subiscano decisioni riguardanti il loro corpo che siano causa di violazioni dei diritti umani e vivano la propria vita senza interferenze da parte di altri.

Da mercoledì 9 fino al 16 dicembre sarà online su http://www.ebay.it/usr/amnestyinternational_italia il quarto e ultimo lotto di Desideri all’asta.

Per partecipare all’asta, basta collegarsi e iscriversi al sito www.ebay.it, anche attraverso il sito www.amnestysolidale.it e rilanciare sul prezzo di partenza, che per tutti i lotti è di €1.