You are here:  / Economia&Finanza Etica / Bologna, 28 aprile: presentazione del Rapporto annuale 2018 sul Commercio Equo e Solidale

Bologna, 28 aprile: presentazione del Rapporto annuale 2018 sul Commercio Equo e Solidale

Roma, 21 aprile 2018 – Il 12 maggio 2018 si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale. Per l’occasione, a Bologna il 28 aprile alle 10.30, alla Fiera Terra Equa 2018, verrà presentato il Rapporto Annuale di Equo Garantito, con tutti i numeri del Commercio Equo italiano e le prossime sfide da affrontare a partire dalla nuova legge sul settore che ancora si attende.

Il Commercio Equo Italiano fa il proprio bilancio di attività e numeri attraverso la lente di ingrandimento che Equo Garantito (Assemblea Generale italiana del commercio equo e solidale) utilizza per monitorare i propri membri che rappresentano una larga parte del settore a livello italiano.

78 soci, 220 negozi specializzati in tutta Italia, oltre 73 milioni di euro di fatturato complessivo, i principali importatori di materie prime e quasi 7.000 ore di formazione e informazione dedicata alla cittadinanza e ai consumatori.

I produttori del Sud del mondo in partnership con gli importatori Equo Garantito sono 200, ma il dato più interessante è che le importazioni dirette continuano a salire e nel 2016 arrivano a circa 15 milioni di euro. 

Anche se i numeri non segnano una ripresa complessiva, l’evoluzione positiva del settore è cominciata.

Nella importante cornice di Terra Equa – fiera regionale del Commercio equo e dell’economia solidale dell’Emilia Romagna, una delle tante iniziative che aprono il mese di Maggio Equo delle organizzazioni nazionali, il Commercio Equo presenta il proprio rapporto annuale e discute le prospettive del movimento rispetto ad importanti questioni:

  • la sfida dell’inclusione e dell’allargamento dei produttori delle organizzazioni di Commercio Equo alla compagine italiana 

  • la sfida della nuova legge nazionale da riformulare e ripresentare al Parlamento per raggiungere quel riconoscimento e attenzione che serve al settore per poter fare il salto di qualità ed avere maggiore impatto anche sui consumatori 

  • la sfida delle nuove forme organizzative sulla distribuzione per essere capaci di aumentare le vendite e costruire attraverso i prodotti, maggiore sensibilità sui temi quali le filiere eque e sostenibili.

La novità del produttore italiano è forse ciò che influenzerà maggiormente la nuova identità del Commercio Equo e che permetterà di rendere ancora più visibile la relazione che deve esistere tra commercio equità e sostenibilità nella produzione e nello sviluppo. Se già da anni le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale sostengono e commercializzano prodotti derivanti da situazioni di svantaggio dell’economia italiana, con il 2018 le filiere di quei produttori nazionali che si impegneranno a rispettare i criteri di responsabilità, di equità e di solidarietà saranno considerate a pieno filiere del Commercio Equo costituendo un sistema locale di un’altra economia ”– commenta Giovanni Paganuzzi Presidente di Equo Garantito.

 

La nuova legge nazionale
Approvare una legge sul Commercio Equo continuerà ad essere il principale obiettivo politico. In un contesto italiano in cui è sempre più necessario un quadro politico di riferimento per la sostenibilità, riteniamo che la legge sul settore possa contribuire in modo significativo al cambiamento di comportamenti sia del cittadino/consumatore, sia delle nuove forme di impresa sociale a livello locale.

Non da ultimo la necessità di ridare slancio all’economia di un settore un po’ in stallo deriverà anche dalla capacità di saperlo riorganizzare e sostenere per poter raggiungere consumatori sempre più esigenti e ormai legati ad un modello di consumo e distribuzione diverso da quello di pochi anni fa. Percorso non facile ma obbligato per poter davvero essere attore economico e sociale di un certo livello.

La presentazione del Rapporto annuale Equo Garantito parteciperanno tra gli altri:

  • Jason Nardi – coordinatore della rete Europea RIPESS (rete internazionale per la promozione dell’economia sociale e solidale)
  • Giorgio Dal Fiume – organizzazione europea del Commercio Equo e Solidale e referente Terra Equa
  • Giovanni Paganuzzi presidente di Equo Garantito
  • alcuni rappresentanti di buone pratiche di inclusione tra Commercio equo ed economia sociale e solidale italiana

Con la presentazione si apre il Maggio Equo – un mese di appuntamenti ed eventi che le botteghe di tutta Italia stanno organizzando e che staranno sotto lo slogan #ViviEquo: conferenze, presentazioni, mostre, sfilate, Fiere, animeranno piazze e negozi da Trieste a Catania.

DISCLAIMER

La redazione di Sinergicamentis dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e si riserva il diritto di cancellare commenti offensivi, provocatori, inutili o di natura pubblicitaria. Gli utenti del sito che inseriscono commenti, dunque, se ne assumono la piena e totale responsabilità. Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori degli articoli né sono di loro proprietà. Tali immagini, tratte dal web, vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.

SinergicaMentis su Twitter

In evidenza

Video del giorno