You are here:  / Piazza Affari / Borsa, sulle piazze europee grava la questione catalana

Borsa, sulle piazze europee grava la questione catalana

Milano, 10 ottobre 2017  – L’incertezza sulla questione della Catalogna in spagna, si fa sentire sulla giornata delle borse europee. Infatti, a eccezione di Londra che ha chiuso la seduta con un aumento dello 0,4%, le altre finiscono le contrattazioni sotto la parità: Madrid (-0,92%), Milano (-0,63%), Francoforte (-0,21%) e Parigi (-0,04%). Rimane stabile lo spread tra il Btp e il Bund tedesco a dieci anni che termina a 167,9 punti base, con il rendimento al 2,11%. Sul fronte dei cambi, l’euro-dollaro oscilla sui massimi intraday a 1,181.

Sguardo macroeconomico – Buone notizie per l’economia italiana da parte del Fmi. Infatti, stando alle stime degli economisti, a seguito del  +0,9% del 2016, il pil italiano dovrebbe raggiungere l’1,5% nel 2017 e dell’1,1% nel 2018. In pratica, si parla di un incremento dello 0,2 e 0,1 punti percentuali rispetto alle stime di luglio. Per quanto riguarda il debito pubblico italiano – sempre secondo il Fondo Monetario Internazionale –, questo salirà al 133% del pil nel 2017 rispetto al 132,6% del 2016, mentre si stima una flessione del debito al 131,4% nel 2018 e al 120,1% nel 2022. Secondo l’organizzazione economica internazionale, stimato anche un calo del tasso di disoccupazione che, nel 2017, dovrebbe diminuire all’11,4% dall’11,7% del 2016.

Piazza Affari – Tornando all’andamento della borsa milanese, a tirare giù il listino principale, alcune dei bancari: Banco Bpm (-1,9%), Bper (-2,14%), Unicredit (-1,97%). Continua la serie positiva di Mediaset (+1,78%). Bene il settore lusso grazie ai titoli Lvmh: Moncler (+2,5%), Salvatore Ferragamo  ( +0,7%) e Ynap (+0,5%). Bene anche Saipem (+1,7%) e Fincantieri  (+3,36% a 0,9695 euro).

Rosy Merola

Definisco il mio percorso professionale come un “volo pindarico” dalla Laurea in Economia e Commercio al Giornalismo. Giornalista pubblicista, Addetta stampa, Marketing&Communication Manager, Founder di SinergicaMentis. Da diversi anni mi occupo della redazione di articoli, note e recensioni di diverso contenuto. Per il percorso di studi fatto, tendenzialmente, mi occupo di tematiche economiche. Nello specifico, quando è possibile, mi piace mettere in evidenza il lato positivo del nostro Made in Italy, scrivendo delle eccellenze, start-up, e delle storie di uomini e donne che lo rendono speciale. Tuttavia, una tantum, confesso di cadere nella tentazione di scrivere qualcosa che esula dalla sfera economico-finanziaria (Mea Culpa!). Spaziando dall'arte, alla musica, ai libri, alla cultura in generale. Con un occhio di riguardo nei confronti dei giovani esordienti e di quelle realtà che mi piace definire "startup culturali". Perché, se c'è una frase che proprio non riesco a digerire è che: "La cultura non dà da mangiare". Una affermazione che non è ammissibile. Soprattutto in Italia.

DISCLAIMER

La redazione di Sinergicamentis dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e si riserva il diritto di cancellare commenti offensivi, provocatori, inutili o di natura pubblicitaria. Gli utenti del sito che inseriscono commenti, dunque, se ne assumono la piena e totale responsabilità. Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori degli articoli né sono di loro proprietà. Tali immagini, tratte dal web, vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.Infine, la Redazione di SinergicaMentis informa i propri autenti che, a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo (UE) 2016/679 (c.d. GDPR) relativo alla privacy ed in considerazione dell’importanza che riconosciamo alla tutela dei tuoi dati personali, ha provveduto ad aggiornare la nostra informativa privacy sulla base del principio della trasparenza e di tutti gli elementi richiesti dall’articolo 13 del GDPR.

SinergicaMentis su Twitter

In evidenza

Video del giorno