You are here:  / Economia&Finanza Etica / CAES assicura l’8% dei volontari italiani, e ha rivoluzionato l’RC auto

CAES assicura l’8% dei volontari italiani, e ha rivoluzionato l’RC auto

Milano, 7 settembre 2017 – Il Consorzio CAES Italia è una rappresentanza assicurativa che ha l’obiettivo di promuovere e consolidare, attraverso la creazione di un movimento di consumatori assicurativi consapevoli, un’assicurazione eticamente orientata.
Nato nel 1995, quando un agente assicurativo decise di trasformare la sua agenzia in una cooperativa di consumatori, e divenuto poi consorzio, CAES è di fatto un’agenzia assicurativa plurimandataria indirizzata prevalentemente alla fornitura di servizi per il Terzo Settore e strutturata come consorzio di cooperative sociali.
Applicare i principi dell’Economia Solidale nel mondo assicurativo, per CAES, significa considerare questi valori sia nel proprio modus operandi sia nei prodotti offerti.

A questo link è possibile scaricare il Bilancio Sociale

Ecco la composizione dei “clienti” di CAES:

CAES ha “rivoluzionato” il settore della RC Auto con la creazione di ETICAR, la polizza di Responsabilità Civile Auto per il mondo dell’Economia solidale e il Consumo critico. Nasce dalla collaborazione tra CAES e il Gruppo Assimoco e si caratterizza da una forte valenza mutualistica, in un settore in cui le compagnie tendono alla segmentazione.
In Italia infatti le categorie tariffarie sull’RC Auto sono oltre 110: a Trento non si paga come a Palermo. Con ETICAR le differenziazioni su base territoriale al momento sono state ridotte a 13, e sono in corso valutazioni per raggiungere ulteriori semplificazioni. Inoltre ETICAR è uno strumento di sostegno economico al circuito del consumo critico che, in base all’entità dei premi raccolti ed al rapporto sinistri/premi, determina la definizione di un fondo annuale erogato a favore della rete dell’economia solidale. A oggi sono state stipulate polizze per oltre 100mila euro, con il coinvolgimento di quasi 200 gruppi di acquisto solidali e dei soci di Banca Etica. Il meccanismo prevede che più utenti si assicurano e più virtuoso è il loro comportamento automobilistico, più vantaggiose saranno le condizioni per tutti.

Inoltre, il 14 settembre si riunirà per la seconda volta la Commissione ETICAR, appo- sitamente prevista all’interno del Protocollo di Intesa con cui è nato il progetto, che permette un confronto tra alcuni membri di CAES, Banca Etica e tre rappresentanti di Gruppi di Acquisto Solidali (da Lecco, da Cagliari e come rappresentante di Res Lombardia e della RES Nazionale).

L’obiettivo è che ETICAR rappresenti un percorso partecipato, in cui i destinatari di questa polizza Auto prendano parte attiva nella definizione delle sue caratteristiche principali.

CAES -Consorzio Assicurativo Etico Solidale– è il primo esperimento italiano in ambito assicurativo di rappresentanza assicurativa eticamente orientata che opera in equilibrio tra l’esigenza del fare impresa e la finalità sociale, secondo i principi della mutualità, della relazione corretta con il cliente e della trasparenza. Nata nel 1995, da allora ha stipulato almeno 17mila polizze di cui il 70% per soggetti non profit (associazioni ma anche cooperative sociali).
CAES è un’agenzia assicurativa plurimandataria che si rivolge prevalentemente al Terzo Settore, distribuendo prodotti qualificati creati ad-hoc, che hanno come presupposto l’affidabilità “tecnica” (sia per quel che concerne l’assunzione del rischio che la liquidazione dei danni), appoggiando l’onere del risarcimento alle compagnie assicurative con cui collabora e cercando al contempo di condizionarne le scelte politico-commerciali-finanziarie, al fine di renderle il più vicino possibile ai principi dell’economia etica e solidale.

Per info:
http://www.consorziocaes.org – Via Gavirate 14, 20148 – Milano –  tel. 02-87166257

DISCLAIMER

La redazione di Sinergicamentis dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e si riserva il diritto di cancellare commenti offensivi, provocatori, inutili o di natura pubblicitaria. Gli utenti del sito che inseriscono commenti, dunque, se ne assumono la piena e totale responsabilità. Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori degli articoli né sono di loro proprietà. Tali immagini, tratte dal web, vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.

SinergicaMentis su Twitter

In evidenza

Video del giorno