You are here:  / Bandi&Concorsi / Concorso Scenari di Innovazione: l’ISIA di Faenza vince tutto

Concorso Scenari di Innovazione: l’ISIA di Faenza vince tutto

Aura, Federico Bertacchini 2016 3 (1)

FAENZA (RA), 04 AGOSTO 2016 – En plain per l’Isia di Faenza. Alla12esima edizione del Concorso Scenari di Innovazione, iniziativa organizzata da Artex e promossa dalla Regione Toscana in collaborazione con  CNA Toscana e Confartigianato Imprese Toscana per promuovere l’innovazione nel settore  artistico e tradizionale, l’università faentina, con gli studenti coordinati dai docenti Maurizio Fiori e Giovanni Ruggiero, si è aggiudicata – per la sezione Università – il primo e il secondo premio e ben 9 menzioni.

500 erano i progetti in concorso, presentati da 35 scuole ad orientamento artistico, suddivise tra Licei Artistici e Università.

Il primo premio è andato a Federico Bertacchini, con la collezione di lanterne in porcellana australiana (sistema Arduino) Aura. Lo chiamavano trinità, disegnata per lo Studio Ceramico Giusti.

Il progetto è stato premiato all’unanimità  per aver interpretato nella sua globalità le tematiche del concorso Artigianato e Digital Fabrication e in particolare per aver coniugato visioni creative inedite attraverso l’uso di materiali tradizionali quali la porcellana, il legno a tecnologie innovative e la sensoristica in elettronica. Ma non è finita qui.

Anche il secondo premio è “made in ISIA” ed è stato aggiudicato a Matteo Berardi con il progetto Antani Alfabetiere, puzzle orientato ai bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), azienda di riferimento: S.C.I.B. di Siena.

A questi si affiancano le nove menzioni andate a Elira Pulaj con Nella vita c’è molto di più che essere bello bello in un modo assurdo, cover per smartphone e segnalibro personalizzabili con stampa digitale su polimero (azienda di riferimento: Busini); a Valentina Argnani con Worlddream, bracciale in polimero con elementi intercambiabili (azienda di riferimento: Dampaì); a Michael Tondini con Fin che la barca va, collezione borsa portafoglio orecchino in Etil Vinil Acetato (EVA) o pelle rigenerata (azienda di riferimento: Dampaì), Serena Marzaduri con Ci scusiamo per il disagio, laptop-bag in cartone (azienda di riferimento: Dampaì); a Luca Missiroli con Mr smoking, set macinapepe ispirato ai personaggi storici toscani (azienda di riferimento: Chiarugi 1952); a Elisa Inviso con Serendipità, sistema di illuminazione in porcellana australiana con decori marmorizzati stampati in digitale per i ceramici (azienda di riferimento: Giulio Giannini & Figlio E Studio Ceramico Giusti), a Matteo Raffaello Lippi con Tetraedro33, trasposizione decorative, in stampa digitale, delle carte marmorizzate su wallpaper (azienda di riferimento: Giulio Giannini & Figlio); a Davide Mehdi Duranti con A’ carrozzella, lampada a sospensione con diffusore in porcellana australiana ispirato ai nidi (azienda di riferimento: Studio Ceramico Giusti) e infine a Kataryna Kowahska con Punto croce, lampada modulare a sospensione con giunture-ricamo in filo di nylon (azienda di riferimento: Studio Ceramico Giusti).

L’ISIA di Faenza ha aperto le iscrizioni al corso triennale e alla specializzazione. Il termine ultimo per presentare la domanda è il 31 agosto.
L’ISIA di Faenza propone una offerta formativa articolata sul sistema universitario 3 + 2 che permette di ottenere titoli di Diploma Accademico di primo e secondo livello con validità equipollente ai relativi Diplomi di Laurea. La sede di Faenza, collocata nel seicentesco Palazzo Mazzolani, in pieno centro storico a Faenza, propone quindi un corso triennale di primo livello in Design del Prodotto – a cui possono fare domanda tutte le persone in possesso di maturità di scuola superiore quinquennale – e un corso biennale di II livello in Design del Prodotto e Progettazione con Materiali Avanzati, ove è possibile seguire attività opzionali nel campo del Design della Comunicazione.

Per informazioni e dettagli: 0546 22293, isiafaenza.it

Scheda tecnica

Aura

Docenti: Maurizio Fiori, Giovanni Ruggiero

Studente: Federico Bertacchini

III corso I livello ISIA Faenza (RA)

A.A. 2015/2016

Aura è una lampada da tavolo trasportabile in porcellana australiana. Lo studio è stato praticato su il concetto della lanterna classica, evidenziando i tratti semantici più importanti : trasportabilità, protezione del lume, rapporto con l’utente e atmosfera.

Contemporaneamente è stato trattato il tema dell’innovazione tecnologica e del rapporto artistico sulla base dell’arte programmata.

Il risultato quindi è un oggetto che si lega strettamente al mondo tecnologico ed il mondo artistico (industria ed artigianato). La parte innovativa è determinata dalla parte illuminotecnica, ovvero da delle componenti elettroniche in grado di abilitare Aura a percepire la temperatura dell’ambiente in cui si trova, alterando la cromia della fonte luminosa.

Il fine è quello di dare all’utente un feedback silenzioso e costante. Si crea così un legame di interazione tra lui e l’oggetto, oltre che una maggiore attenzione allo spazio che lo circonda.

Aura è stata estesa ad un set di tre lampade di diverse misure, al fine di soddisfare le richieste spaziali del fruitore, ed enfatizzare maggiormente la parte scultorea e artigianale del progetto.

DISCLAIMER

La redazione di Sinergicamentis dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e si riserva il diritto di cancellare commenti offensivi, provocatori, inutili o di natura pubblicitaria. Gli utenti del sito che inseriscono commenti, dunque, se ne assumono la piena e totale responsabilità. Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori degli articoli né sono di loro proprietà. Tali immagini, tratte dal web, vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.

SinergicaMentis su Twitter

In evidenza

Video del giorno