You are here:  / #ItalyStyle / Eventi / Forlì, dal 23 al 25 marzo 2018: ritorna “VINTAGE! La moda che vive due volte”

Forlì, dal 23 al 25 marzo 2018: ritorna “VINTAGE! La moda che vive due volte”

FORLÌ, 15 MARZO 2018 – Consolidata nella sua formula di successo, ancora più ricca di eventi ed esclusiva nella sua proposta di qualità, “VINTAGE! La moda che vive due volte” torna a Forlì nel quartiere fieristico di via Punta di Ferro per la sua 25ª edizione. Dopo essersi confermata punto di riferimento a livello nazionale, riconosciuta e apprezzata da un pubblico attento e appassionato anche nell’edizione autunnale, la kermesse organizzata da Romagna Fiere si ripropone, nella sua versione primaverile da venerdì 23 marzo a domenica 25 marzo 2018. Protagonisti i negozi specializzati di tutta Italia e le collezioni primavera- estate dei giovani stilisti e designer che hanno trovato nel mondo del Vintage una nuova forma d’ispirazione e ricerca.

La rassegna continua a crescere, ma resta assolutamente consolidata nella sua formula, continuando a rappresentare per i visitatori una narrazione emotiva del periodo che va dagli anni ’20 agli anni ’80, con la moda, il modernariato, gli articoli da collezionismo, i profumi, i capi sartoriali e i pezzi di design che hanno contraddistinto lo stile di un’epoca. Si tratta di oggetti d’uso in quei decenni, già prodotti con alta qualità e destinati a durare, che con sé portano non solo le sensazioni e le speranze dei loro tempi, ma anche la “filiera” successiva fatta dal modo in cui sono stati custoditi, e poi riutilizzati e rivenduti. Tornando assolutamente attualissimi. Senza età.

VINTAGE, I NUMERI DI UN GRANDE SUCCESSO

Eventi esclusivi, musica dal vivo, spettacoli di danza e di burlesque, design di qualità creato attraverso il recupero e il riciclo della materia. Tutto ciò contribuirà a confermare “VINTAGE! La moda che vive due volte” come prima in Italia per numero di visitatori e terza per “anzianità”, con una media di circa 15 mila visitatori per edizione, La fiera si svilupperà su oltre 5.000 metri quadrati di spazi espositivi e proporrà una accurata selezione di oltre 100 aziende tra archivi storici, collezionisti, aziende artigiane e stilisti provenienti da tutta Italia.  L’intento è offrire al visitatore uno spazio a tutto tondo dove sia possibile scoprire articoli raffinati senza tempo, dando sfogo alla propria curiosità e acquistando capi, accessori moda, complementi d’arredo e prodotti che sapranno evidenziare e riaffermare la specifica personalità di ognuno.

Come sempre, la fiera si articola su più aree tematiche.

VINTAGE

L’area principale dedicata all’abbigliamento e agli accessori appartenuti al secolo scorso. Questi cimeli, definiti Vintage, sono oggetti di culto ancora attualissimi, che hanno segnato un’epoca e sono rimasti nella memoria collettiva anche grazie alla qualità superiore con cui sono stati prodotti e la possibilità che oggi offrono di reinventare uno stile personale, ricercato e vivace.

REMAKE
Vintage non è solo sinonimo di passato o malinconia del tempo che fu, ma un nuovo modo per guardare al futuro: le sartorie creative, piccole aziende artigiane e designer, mettono in vendita in quest’area le loro creazioni frutto di rielaborazione di materiali datati o dismessi, siano essi tessuti, lane, legno, carte da parati o pvc. Tutto può avere una nuova vita e creare nuove forme d’arte.

COLLEZIONISMO & DESIGN
Area dedicata agli oggetti della memoria e alle curiosità del passato: piccoli antiquari e collezionisti espongono vinili, latte d’epoca, giocattoli antichi, profumi da collezione, radio, tv, fumetti, libri, per compiere un salto indietro nel tempo in un’atmosfera da marchè-aux-puces.

Il pubblico ritroverà anche un ricco programma di eventi collaterali che arricchiscono l’offerta nei tre giorni di rassegna. Torneranno, i Dj Set con musica anni ’50 e ’60, i concerti live di band blues e rock ‘n’ roll, le sessioni di trucco e acconciatura professionale, un evento speciale nel pomeriggio di venerdì 23 marzo: “Vintage Video Party” con il dj Marco Ossanna e una mostra inedita sull’icona Vintage Roberta di Camerino.

“L’arte dell’eleganza”: L’icona Roberta Di Camerino in una mostra esclusiva

All’ingresso dei padiglioni espositivi, i visitatori saranno accolti da una mostra esclusiva dedicata all’Alta Moda. “L’arte dell’eleganza! R. Roberta di Camerino” è il titolo di un’esposizione che nasce dalla paziente e accurata ricerca di “Mai Visto”, vintage store presente a Riccione dal 1991. Verranno proposti capi d’abbigliamento e accessori rappresentativi dello stile di Roberta di Camerino, al secolo Giuliana Coen Camerino, la stilista veneziana che dagli anni ’50 conquistò la ribalta mondiale con le sue creazioni facendo innamorare regine e principesse come Grace Kelly. Uno stile che dagli anni ‘60 iniziò a interessare anche altri accessori dell’abbigliamento femminile, foulards, ombrelli, valigie, per trovare infine un altro campo di sperimentazione nell’abito da giorno e da sera, per il quale Giuliana inventò il “trompe-l’oeil”, in cui i revers, i bottoni, le pieghe, le cinture non sono reali ma semplicemente stampate sul jersey.

Premiata nel 1956 con l’Oscar della Moda, Roberta di Camerino firmò borse “senza tempo”  che hanno fatto la storia della moda come le celeberrime Bagonghi tanto amate dalla principessa Grace di Monaco. Borse iconiche che fanno respirare i profumi dell’epoca nella quale vennero confezionate, ma che sono destinate a brillare per sempre rimanendo perennemente trendy. Proprio questi accessori indispensabili nello stile di ogni donna, saranno il fulcro della mostra: borse che coprono un arco temporale ricompreso tra i primi anni ‘50 e la seconda metà degli anni ’70 tra le quali alcune edizioni limitate, accompagnate dall’esposizione di foulard, coordinati, tailleur, abiti da giorno prevalentemente degli anni ’60 e tante rarità tra cui un soprabito in pelle degli anni 60’ intrecciato a mano . A Vintage si potranno ammirare abiti come tele e borse originali per tinte, assemblaggi e forme, contenitori pieni di personalità, a cominciare dal nome di ciascun modello (Bagonghi, certo, ma anche Oklahoma, Marmittone, Aspide, Hyde Park, Brigitte, la preferita da Camilla Cederna). Borse  firmate ”R” che per le donne che le possiedono non sono più accessori, anonimi e standardizzati, ma pezzi unici, che calamitano l’attenzione per la loro raffinatezza e originalità. Borse capaci di essere ancora oggi, lei stesse, le vere “primedonne”.

 

DISCLAIMER

La redazione di Sinergicamentis dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e si riserva il diritto di cancellare commenti offensivi, provocatori, inutili o di natura pubblicitaria. Gli utenti del sito che inseriscono commenti, dunque, se ne assumono la piena e totale responsabilità. Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori degli articoli né sono di loro proprietà. Tali immagini, tratte dal web, vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.

SinergicaMentis su Twitter

In evidenza

Video del giorno