You are here:  / #SveliamolaCultura / Storia&Tradizione / Pellare, la “Riscoperta del Tesoro” inizia dal Parco Archeologico della Civitella

Pellare, la “Riscoperta del Tesoro” inizia dal Parco Archeologico della Civitella

 

Pellare (SA), 2 luglio 2017 – Con l’intervento sulla tutela del patrimonio archeologico della Civitella – ad opera dell’architetto Luigi Scarpa –, prende il via la XI Edizione della Settimana di Spiritualità e Cultura, che proseguirà fino al 5 luglio, nell’Antica Chiesa di San Bartolomeo a Pellare (SA).

 In linea con il titolo dell’edizione di quest’anno, la “Riscoperta del tesoro” entra subito nel vivo, ricordando uno dei momenti significativi nella storia del comune di Moio della Civitella: i 50 anni dalla scoperta del parco archeologico ad opera del prof. Mario Napoli (su segnalazione di alcuni abitati del luogo). Un primo convegno su tale tematica che, come sostenuto dall’architetto Scarpa, fa da apripista ad una serie di incontri che avranno luogo nei prossimi mesi.

«La Civitella era l’unica fortificazione del sistema di Elea-Velia. Quando fu scoperta, attraverso una ricognizioni, vennero fuori altre persistenze sul territorio. Questo indusse a pensare che si trattasse di un sistema di fortificazione di confine di Elea-Velia. In realtà, non è così. La Civitella è l’unica fortificazione di controllo dei confini del territorio di Elea-Velia», così Luigi Scarpa apre il suo intervento, proseguendo: «La fortificazione della Civitella era presidiato da truppe indigene –  poi lucane –, ovvero delle guardie di confine a tutti gli effetti. Questi realizzarono una serie di piccoli santuari votivi, piccoli luoghi di culto».

Passaggio, quest’ultimo, importante per introdurre un “ospite” della mostra fotografica allestita all’interno dell’Antica Chiesa di San Bartolomeo, un pannello che immortala un bronzetto votivo. Un pezzo unico nel suo genere, la più antica testimonianza italica nel territorio di Elea. In particolare, si tratta di un bronzetto italico, risalente al del IV sec. a. C., di figura maschile con tonaca e tunica, riconducibile alla tipologia dell’orante.

Tra i presenti, oltre all’ideatore e organizzatore Don Angelo Imbriaco, anche il sindaco di Moio della Civitella, Enrico Gnarra che ha puntualizzato: «Obiettivo della nostra Amministrazione è proprio la valorizzazione del sito archeologico della Civitella. Ci siamo adoperati immediatamente per effettuare la pulizia del luogo». Il sindaco Gnarra ha, altresì, sottolineato l’impegno profuso nel far rientrare a Moio della Civitella, alcuni dei reperti archeologici rinvenuti nel corso degli scavi. Questi andrebbero ad arricchire una mostra fotografica permanente che l’Amministrazione Gnarra ha intenzione di realizzare, avvalendosi anche del prezioso contributo dell’architetto Luigi Scarpa.

Sulla base di tale impegno, il primo incontro della Settimana di Spiritualità e Cultura si è concluso con la volontà di discutere, in maniera nuova, dell’opportunità di mettere al centro della comunità l’inestimabile patrimonio, non solo archeologico, presente sul territorio.

La XI Edizione della Settimana di Spiritualità e Cultura prosegue con l’incontro di domenica 2 luglio (ore 20), in cui Don Angelo Imbriaco e il prof. Amedeo La Greca, storico, scrittore e cultore del Cilento, interverranno sul tema “La Madonna della Civitella: tradizioni e feste”.

Lunedì 3 luglio (ore 19), nell’Antica Chiesa di San Bartolomeo a Pellare, verrà inaugurata la mostra “Alla riscoperta del Tesoro” suddivisa in tre sezioni: 1) “50 anni dagli scavi del Parco Archeologico della Civitella”; 2) “Storia del Grest alla Civitella”; 3) “Storia dell’Azione Cattolica”.

Omaggio alla storia dell’Azione Cattolica, martedì 4 luglio (ore 19), con l’incontro dal tema “150° anniversario dell’Azione Cattolica: memorie e testimonianze”. Interverranno: S. E. Mons. Giuseppe Casale, arcivescovo emerito di Foggia-Bovino; dott. Antonio Voria, presidente diocesano;  prof.ssa Pasqualina Fontana, presidente parrocchiale; Mons. Mario Sibilio; Don Angelo Imbriaco, assistente diocesano unitario.

Infine, mercoledì 5 luglio (ore 17), la rassegna si concluderà con la visita guidata al sito archeologico della Civitella, a cura dell’architetto Luigi Scarpa.

Rosy Merola

 

DISCLAIMER

La redazione di Sinergicamentis dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e si riserva il diritto di cancellare commenti offensivi, provocatori, inutili o di natura pubblicitaria. Gli utenti del sito che inseriscono commenti, dunque, se ne assumono la piena e totale responsabilità. Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori degli articoli né sono di loro proprietà. Tali immagini, tratte dal web, vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.

SinergicaMentis su Twitter

In evidenza

Video del giorno