You are here:  / Osservatorio CORONAVIRUS / Salute / Covid-19: Bollettino Ufficiale della Protezione Civile (dati 12/04/2020)

Covid-19: Bollettino Ufficiale della Protezione Civile (dati 12/04/2020)

Conferenza stampa del 12 aprile (ore 18.00)
In questa domenica di Pasqua, anche se il dato è ancora alto, si contrae un  po’ il numero dei decessi. Il più basso registrato nelle ultime 15 rilevazioni (giorni): +431 decessi da Covid-19 in più rispetto a ieri (-178 rispetto a ieri in cui il dato era 609). Il totalo complessivo sale a quota 19.899. Secondo i diffusi sul contagio da COVID-19 diffusi dal dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, evidenziano che i nuovi positivi oggi sono 4.092 (ieri erano 4.964). Invece, la variazione totale dei positivi è pari a +1.984 rispetto a ieri. il totale dei positivi aggiornato è di 102.252 casi positivi. Sono 34.211 le guarigioni, +1.677 nelle ultime 24 ore. Frenano nelle ultime 24 ore le guarigioni (ieri erano +2.079), come anche i decessi (+619 ieri) e la variazione totale positivi (+1.984, ieri erano +1.996). La Lombardia continua ad essere la regione più colpita con +1.460 casi rispetto a ieri, seguita dal Piemonte (+652 casi in più da ieri).
Secondo le considerazioni espresse da Luca Richeldi, direttore di Pneumologia al Policlinico Gemelli di Roma e membro del comitato tecnico-scientifico, più che la variazione dei nuovi positivi – che è un dato leggermente falsato, in quanto condizionato dal numero dei tamponi eseguiti (più tamponi si fanno e più è possibile che si verifichinon dei casi di contagio e viceversa), tre sono i segnali, i dati che sottolineano che le misure restrittive messe in campo dal Governo stanno funzionando: «Calano il numero di ricoveri e di pazienti in terapia intensiva. Soprattutto, nelle ultime due settimane oggi è il giorno che registra il numero minore di vittime».  In particolare, dice il profosessore, il dato concernente il ricovero in terampia intensiva essendo in flessione per la nona giornata consecutiva si può interpretare come un segnale affidabile di un trend.

DATI ITALIA
  • 29.530 in Lombardia
  • 13.350 in Emilia Romagna
  • 11.574 in Piemonte
  • 10.649 in Veneto
  • 5.822 in Toscana
  • 3.633 nel Lazio
  • 3.316 nelle Marche
  • 3.301 in Liguria
  • 1.994 a Trento
  • 1.317 a Bolzano
  • 2.963 in Campania
  • 2.336 in Puglia
  • 1.967 in Sicilia
  • 1.398 in Friuli Venezia Giulia
  • 1.635 in Abruzzo
  • 876 in Sardegna
  • 752 in Umbria
  • 786 in Calabria
  • 602 in Valle d’Aosta
  • 279 in Basilicata
  • 193 in Molise
FOCUS REGIONE CAMPANIA
(Aggiornamento dell’Unità di Crisi della Regione Campania il 12 aprile ore 17.00)
Il punto alle ore 23.59 di ieri:
Totale positivi: 3.604 (+87 in 24 ore, quando era pari a 3.517)
Totale tamponi: 35.448  (+1.667 in 24 ore, quando era pari a 33.781)
Totale deceduti: 242 (+7 in 24 ore, quando era pari a 238)
Totale guariti: 305 (di cui 175 totalmente guariti e 73 clinicamente guariti. +28 guariti sul totale  in 24 ore, quando era pari a 277)
CAMPANIA – DATI PROVINCIA PER PROVINCIA (confrontati con i dati diffusi 24 ore fa)
Provincia di Napoli: 1.871 (di cui 779 Napoli Città e 1.092 Napoli provincia)
(+62 totale, di cui: +17 Napoli città e +45 Napoli Provincia in 24 ore)
Provincia di Salerno: 536 (+3 in 24 ore, quando era pari a 533)
Provincia di Avellino: 400 (+1 in 24 ore, quando era pari a 399)
Provincia di Caserta: 375 (+7 in 24 ore, quando era pari a 368)
Provincia di Benevento: 156 (+4 in 24 ore, quando era pari a 152)
Altri in fase di verifica Asl: 266 (+10 in 24 ore, quando era pari a 256)
 (Aggiornamento dell’Unità di Crisi della Regione Campania il 11 aprile ore 17.00)
Il punto alle ore 23.59 di ieri:
Totale positivi: 3.517 (+75 in 24 ore, quando era pari a 3.342)
Totale tamponi: 33.781 (+2.036 in 24 ore, quando era pari a 31.745)
Totale deceduti: 238 (+7 in 24 ore, quando era pari a 231)
Totale guariti: 277 (di cui 175 totalmente guariti e 73 clinicamente guariti. +29 guariti sul totale  in 24 ore, quando era pari a 248)

CAMPANIA – DATI PROVINCIA PER PROVINCIA (confrontati con i dati diffusi 24 ore fa)

Provincia di Napoli: 1.809 (di cui 762 Napoli Città e 1047 Napoli provincia)
(+37 totale, di cui: +21 Napoli città e +16 Napoli Provincia in 24 ore)
Provincia di Salerno: 533 (+20 in 24 ore, quando era pari a 513)
Provincia di Avellino: 399 (+2 in 24 ore, quando era pari a 397)
Provincia di Caserta: 368 (+9 in 24 ore, quando era pari a 359)
Provincia di Benevento: 152 (+3 in 24 ore, quando era pari a 145)
Altri in fase di verifica Asl: 256 (+4 in 24 ore, quando era pari a 252)
 
LOMBARDIA – Lieve frenata dei casi di contagio in Lombardia. Oggi ci sono stati 1.460 nuovi positivi (ieri erano 1.544), nelle ultime 24 ore per un totale di 59.052. Nella domenica di Pasqua i decessi sono +110 rispetto a ieri, per un totale di 10.621. Il dato dei pazienti in terapia intensiva ora è di 1.176 (+2), i ricoverati sono 11.969 (-57).
La situazione nelle province lombarde
  • Milano 13.680 (+412)
  • Bergamo 10.309 (+51)
  • Brescia 10.868 (+269)
  • Cremona 4.721 (+63)
  • Monza e Brianza 3.639 (+64)
  • Pavia 3.133 (+84)
  • Lodi 2.543 (+71)
  • Mantova 2.486 (+75)
  • Lecco 1.881 (+21)
  • Como 1.924 (+99)
  • Varese 1.663 (+30)
  • Sondrio 720 (+36)
 Rosy Merola

Definisco il mio percorso professionale come un “volo pindarico” dalla Laurea in Economia e Commercio al Giornalismo. Giornalista pubblicista, Addetta stampa, Marketing&Communication Manager, Founder di SinergicaMentis. Da diversi anni mi occupo della redazione di articoli, note e recensioni di diverso contenuto. Per il percorso di studi fatto, tendenzialmente, mi occupo di tematiche economiche. Nello specifico, quando è possibile, mi piace mettere in evidenza il lato positivo del nostro Made in Italy, scrivendo delle eccellenze, start-up, e delle storie di uomini e donne che lo rendono speciale. Tuttavia, una tantum, confesso di cadere nella tentazione di scrivere qualcosa che esula dalla sfera economico-finanziaria (Mea Culpa!). Spaziando dall'arte, alla musica, ai libri, alla cultura in generale. Con un occhio di riguardo nei confronti dei giovani esordienti e di quelle realtà che mi piace definire "startup culturali". Perché, se c'è una frase che proprio non riesco a digerire è che: "La cultura non dà da mangiare". Una affermazione che non è ammissibile. Soprattutto in Italia.

SinergicaMentis su Twitter

Video del Giorno

In evidenza

error: Content is protected !!