You are here:  / Istruzione/Formazione / Erasmus+ università: è boom di italiani in partenza

Erasmus+ università: è boom di italiani in partenza

sl-1_960_400_960_400

ROMA, 07 LUGLIO 2015 – Fino a domani, mercoledì 8 luglio, Roma ospita i principali rappresentanti delle università italiane per l’incontro annuale Erasmus+ organizzato dall’Agenzia nazionale Erasmus+ INDIRE e rivolto all’istruzione superiore.

La due giorni romana è dedicata alle principali novità introdotte dal Programma Erasmus+: si farà il punto sulla mobilità per studio e tirocinio in Europa e nel resto mondo e si parlerà degli strumenti per gestire al meglio la mobilità internazionale: la nuova Guida ECTS e l’ECHE, Erasmus Charter for Higher Education, condizione necessaria per partecipare al programma e necessaria per il monitoraggio da parte dell’Agenzia Nazionale, che deve valutare l’applicazione dei principi da parte degli istituti.

Il primo semestre 2015 è stato segnato da un grandissimo interesse degli atenei italiani per l’Erasmus oltre i confini europei; la nuova misura che consentirà a studenti e docenti universitari europei di realizzare un periodo di studio o docenza nei cinque continenti e allo stesso tempo le università in Europa apriranno le porte alla mobilità e alla cooperazione con Paesi dal resto mondo. Le candidature hanno superato 4 volte il budget a disposizione dell’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire, che per il prossimo anno è di oltre 11 milioni e 650 mila euro.
L’ area del mondo che ha suscitato maggiore interesse da parte degli atenei italiani è stata l’America Latina (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela). Arriveranno principalmente dai Paesi del Mediterraneo meridionale (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia) studenti e docenti che realizzeranno periodi di studio o docenza negli atenei italiani o tirocini in imprese italiane.

In crescita i tirocini (+20% rispetto all’anno scorso): saranno oltre 5mila gli studenti Erasmus+ che nel 2015/16 partiranno per placement in imprese europee. L’incremento è dovuto all’ingresso degli ITS Istituti Tecnici Superiori fra le organizzazioni che possono partecipare alle attività Erasmus+ nell’ambito Università. Nel complesso saranno 233 gli istituti di istruzione superiore italiani coinvolti e l’impegno finanziario dell’Agenzia Nazionale Erasmus+ INDIRE per sostenere periodi di studio, insegnamento e tirocinio di studenti e docenti universitari supererà i 53 milioni di euro.

 

 

DISCLAIMER

La redazione di Sinergicamentis dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e si riserva il diritto di cancellare commenti offensivi, provocatori, inutili o di natura pubblicitaria. Gli utenti del sito che inseriscono commenti, dunque, se ne assumono la piena e totale responsabilità. Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori degli articoli né sono di loro proprietà. Tali immagini, tratte dal web, vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.Infine, la Redazione di SinergicaMentis informa i propri autenti che, a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo (UE) 2016/679 (c.d. GDPR) relativo alla privacy ed in considerazione dell’importanza che riconosciamo alla tutela dei tuoi dati personali, ha provveduto ad aggiornare la nostra informativa privacy sulla base del principio della trasparenza e di tutti gli elementi richiesti dall’articolo 13 del GDPR.

SinergicaMentis su Twitter

In evidenza

Video del giorno